India

Abbiamo scelto l’India come prima tappa importante per lo sviluppo dei nostri progetti umanitari. Vedremo in dettaglio, nei prossimi paragrafi che seguono, le diverse tipologie di lavoro che nel corso di più di 15 anni di raccolta fondi ci ha permesso di raggiungere i traguardi della visione e della missione della nostra associazione onlus.

Perché sostenere a distanza un bambino dell’India?

Il sostegno a distanza è una scelta importante perché permette di aiutare bambini e adulti che vivono in paesi in cui le condizioni di vita sono molto difficili. Con il sostegno a distanza, le azioni di volontariato e il lavoro delle associazioni onlus e no profit attive in India, possiamo cambiare il presente e il futuro di bambini, uomini e donne di questa nazione dell’Asia.

 La storia e la situazione attuale dell’India

È il secondo paese più popolato dopo la Cina ed è anche uno dei più estesi. Patria di Madre Teresa e Ghandi, terra di grande umanità, colori e spiritualità, l’India ha una storia lunga più di 9 mila anni. Per secoli è stata considerata una meta commerciale, molto ambita dall’Europa per la ricchezza di materie prime oltre che per la varietà ambientale. Inoltre, per via della sua posizione centrale è stata e continua a essere culla di culture e religioni profondamente diverse.
Nella Valle dell’Indo, il fiume omonimo, si svilupparono i primi insediamenti trasformatisi in seguito in numerosi regni indipendenti, i Mahajanapadas. L’unificazione territoriale e culturale avvenne secoli dopo con l’impero Maurya. Si susseguirono vari regni e dominazioni fino al XVI secolo, periodo in cui la penisola indiana divenne meta degli europei e delle loro rotte commerciali. Risale a quest’epoca la fondazione delle Compagnie della Indie Orientale finché nel 1857 l’India divenne una colonia inglese al termine della Prima guerra di indipendenza indiana.
La storia più recente dell’India è fatta di conflitti per il raggiungimento dell’indipendenza. Nel XX secolo Mahatma Gandhi guidò le masse in un movimento di protesta pacifista contro il dominio inglese. L’indipendenza fu raggiunta nel 1947 e nel 1950 divenne una repubblica.
In India vige un sistema sociale e culturale fortemente intriso di religiosità. La società è divisa in caste, i matrimoni sono combinati in funzione dell’appartenenza a tali caste così come i riti funebri, celebrati in luoghi pubblici, persino nello stesso fiume Gange in cui gli indiani sono soliti immergersi ignorando le più comuni norme igieniche. Nonostante ciò esistono forti differenze economiche in India, con zone più ricche e occidentali e altre, come i villaggi di Chennay,  specchio della miseria in cui versa il paese.


 


Povertà e malnutrizione sono due tra le principali cause di mortalità infantile in India. Inoltre, il non rispetto delle più comuni norme igieniche e un sistema sanitario carente sono causa della diffusione epidemica di malattie ormai debellate nel mondo occidentale: diarrea e polmonite, malaria e AIDS a causa della manca di prevenzione. Anche l’India vive la piaga del lavoro minorile e spesso, proprio a causa del vigente sistema sociale diviso in caste, anche i bambini sono vittime di matrimoni combinati, in particolare le bambine e spesso con adulti.

Molti dei bambini che prendiamo in carico attraverso il sostegno a distanza, sono figli di missionari cristiani che vivono nei villaggi limitrofi alle grandi città.

Chennai, in Tamil Nadu, e Balangir, in Orissa, sono le nostre città di riferimento per i nostri viaggi missionari in India che si svolgono con cadenza annuale.

 Come aiutare i bambini dell’India?

In India molti bambini vivono per strada in condizioni igieniche pessime, privi di educazione e malnutriti, il tutto a causa di una forma mentis ormai radicata in tanta parte del paese. Un utile modo per aiutare i più piccoli è accoglierli in centri d’assistenza sicuri come i Villaggi e le Case di accoglienza/orfanotrofi, nei quali possano essere salvati dai pericoli della strada e curati quando casa e cibo mancano, come in una famiglia. A tale scopo Progetto Familia Onlus è impegnata da tempo nel paese, portando avanti programmi di sviluppo sociale e sostegno a distanza, attraverso cui sostenere bambini e comunità, fornire cure, cibo, acqua e tutto ciò di cui hanno bisogno.


 

Cosa puoi fare per i bambini e le comunità dell’India?

Progetto Familia Onlus è pronta in qualunque momento a dimostrare trasparenza, affidabilità e garanzia sulla gestione della raccolta fondi delle donazioni ricevute. Vedrete spesso nelle nostre pagine web il link relativo alla donazione tramite PayPal.me, bonifico bancario e bollettino postale. Per informazioni ti consigliamo di consultare la pagina Come Sostenerci e scriverci un messaggio.

Se vuoi fare una adozione a distanza ti consigliamo prima di tutto di informarti su come funziona il sostegno a distanza e leggere tutti i consigli per evitare le truffe e per attivare un’adozione sicura. Potrai così scegliere con tutta sicurezza Progetto Familia attiva in India che sicuramente si avvicina alle tue aspettative. Solo con consapevolezza e dedicando il tempo necessario per conoscere l’adozione a distanza, potrai aiutare concretamente un bambino e la sua comunità.

 


 

Il paese dei Templi

È la terra dei Tamil, un popolo gentile ed affascinante. I loro corpi scuri, gli occhi brillanti e le alte fronti rispecchiano l’intelligenza di questa gente che è famosa in tutta l’India per le capacità matematiche e scientifiche. Le donne indossano sari dai colori brillanti e ornano i lunghissimi capelli neri con i fiori freschi di stagione.
Da sempre i Tamil si sono dedicati alla religione, esprimendo il loro fervore nell’arte. Nel Tamil Nadu i templi furono eretti come atto di fede ed arricchiti dall’opera di valenti artigiani. C’era, è vero, il mecenatismo dei sovrani, ma essenziale era l’abilità degli scultori e degli intagliatori, che eccelsero nella loro professione, lasciando ai secoli futuri una ricca eredità artistica. È nel Tamil Nadu che è nata la famosa danza ritmica indiana “Bharat Nathyam” danza che veniva eseguita nei templi in onore degli dei.
La capitale del Tamil Nadu è Chennai (Madras), nota come “l’accesso per il Sud”, ma gli itinerari turistici prevedono tanti altri posti, sparsi per tutto lo stato: le città ricche di templi, come Kanchipuram, Mahabalipuram, Tanjavur, Trichy e Madurai, posti incantevoli come Kanniyakumari sul mare o Ooty e Kodaikanal sui monti, le molte riserve naturali e il vicino territorio dell’Unione di Pondicherry.

Progetto Familia e Indian Christian Mission collaborano insieme nel 2004 e fino ad oggi rendono attivi i seguenti progetti: 

PROGETTO ORFANOTROFI MASCHILE E FEMMINILE

PROGETTO AMBULATORIO MEDICO

PROGETTO LABORATORIO TAGLIO E CUCITO

PROGETTO BAMBINI DEI VILLAGGI DEL TAMIL NADU

 


Ad oggi Progetto Familia interviene direttamente nei villaggi di Balangir dove bambini e bambine, figli di missionari cristiani, vengono aiutati con il sostegno a distanza. Clicca sul link sottostante per scoprire il nostro progetto in Orissa!

PROGETTO BAMBINI DEI VILLAGGI DI ORISSA